Depressione post-partum ed effetti sull’interazione madre-bambino

La Depressione post-partum è un disturbo che colpisce le neomamme, con sintomi molto comuni a quelli depressivi legati però al vissuto materno, in particolare al senso di inadeguatezza, al rifiuto nei confronti del proprio bambino e al senso di solitudine. Tale quadro patologico invade la vita della madre, influenzandone ogni aspetto, inclusa la relazione con suo figlio. In particolare una madre depressa presenta limitazione nell’espressione affettiva, indisponibilità emotiva e senso di incapacità nella gestione del ruolo genitoriale. Spesso la Depressione post-partum provoca delle difficoltà nelle madri nell’interpretare i segnali del bambino, dando quindi delle risposte inadeguate ad essi. Osservando l’interazione mamma-bambino sono stati individuati quattro stili affettivi e comportamentali reciproci:

  • Stile materno intrusivo: caratterizzato da un atteggiamento invadente, la madre si mostra irritata e nervosa mentre le risposte del bambino sono di natura ostile e caratterizzate da rabbia.
  • Stile materno irritato: in cui si osserva indisponibilità emotiva. Il bambino inizialmente cerca di provocare una risposta materna, successivamente i continui fallimenti provocano in lui confusione e tristezza.
  • Stile materno positivo: in cui l’affettività delle madri è indirizzata in modo efficace verso i bambini i quali a loro volta sono facilitati nella definizione di un nucleo emozionale positivo.
  • Stile materno misto: questo stile è caratterizzato da comportamenti misti tra quelli precedenti.

 

La relazione che si instaura tra madre e bambino è fondamentale in quanto in base a questa egli svilupperà degli schemi attraverso i quali si relazionerà con le altre persone in età adulta. La mancanza di disponibilità emotiva della madre depressa nei confronti del figlio provoca anche delle disfunzioni nell’insorgere dello stile di attaccamento. La nascita dello stile di attaccamento è un processo innato, adattivo, finalizzato a sviluppare il senso di sicurezza personale. Un attaccamento sicuro permette al bambino di gestire le proprie tensioni affidandosi alla disponibilità emotiva genitoriale, il fallimento della regolazione affettiva predispone la nascita di uno stile di attaccamento insicuro.  Madri tristi e ritirate favoriscono lo sviluppo di stili di attaccamento ansioso e ambivalente. I bambini con madri intrusive invece tendono a sviluppare un attaccamento evitante.

Da qui si comprende l’importanza della diagnosi precoce della Depressione post-partum. In particolare e di fondamentale importanza risulta essere il sostegno psicologico costante che dovrebbe essere fornito alle neomamme prima ancora di partorire ai fini di prevenire o intervenire tempestivamente evitando danni ulteriori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *